Al momento stai visualizzando Circolare interpretativa INL 16.09.2020 – contratti a termine, esonero contributivo, divieto di licenziamento

Circolare interpretativa INL 16.09.2020 – contratti a termine, esonero contributivo, divieto di licenziamento

Emergenza COVID | 17 Settembre 2020 | Studio Legale MC

Carissimi tutti,

Ieri l Ispettorato ha diramato una nota interpretativa del dl agosto.

1) Significativa (e poco convincente?!) interpretazione delle deroghe alla disciplina dei contratti a termine.

Contrariamente alle letture già consolidatesi sull’art. 93 del decreto rilancio, la scadenza del 31.12 non andrebbe intesa come termine ultimo della proroga o del rinnovo ma come data entro la quale possa essere effettuata la proroga o il rinnovo a causale con la conseguenza che il relativo contratto, prorogato o rinnovato, potrà scavallare il nuovo anno fino ai 12 mesi successivi. Ammesse inoltre proroghe oltre le 4 e deroga integrale alla disciplina dello stop & go per i rinnovi.

2) nessun chiarimento sulla possibilità di richiedere l esonero contributivo quando si sia fruito di periodi di cigo/fis/cigd successivi al 12.7 imputati al dl 18/2020 ma richiesti successivamente al 14.8.

3) abbastanza discutibile  e approssimativa l interpretazione dell’estensione del #divietodilicenziamento. 

L Inl “sembra” (la nota utilizza proprio questo verbo!) sposare la tesi più rigorosa in base alla quale il divieto opererebbe a prescindere, per il solo fatto di poter utilizzare la cigo/fis o l esonero contributivo e quindi fino al 31.12 anche per le imprese che non abbiano chiesto e non intendano chiedere alcun ammortizzatore o alcun esonero (le quali ultime potranno licenziare addirittura dopo quelle che hanno fruito di casse/esoneri)!

Vero che spetta al giudice l’interpretazione delle norme, pur tuttavia (forse) ci si poteva impegnare un po’ di più.

Buona giornata!

Download materiali